★Luisa★

  • Quindi la sconfitta ti dà solo un motivo in più per continuare, eh?

Inside Jenna

Dentro Jenna - Mary E. Pearson;Mary E. Person

Agghiacciante.
Inesorabile.
Raccapricciante.
Claustrofobico.
Misterioso.
Poetico.
Strano.
Particolare.
Quanti altri termini per descrivere questo libro?
Non so se considerarlo originale o meno, ma di una cosa sono sicura: si distingue dalla massa dei soliti young adult, distopici, etc. non solo per lo stile lento ma allo stesso tempo coinvolgente, che ti fa divorare le pagine e ti aumenta la curiosità, ma anche e soprattutto per i temi delicati trattati: sperimentazione scientifica, fede, progresso, anima, etica, sdoppiamento dell'identità. Il tutto narrato con un ritmo intrigante e delicato.
Quale prezzo si è disposti a pagare per salvare la persona che si ama? Con quali mezzi e conseguenze? Davvero, io non so come rispondere. Posso provare a comprendere l'amore dei genitori verso il proprio figlio, che farebbero qualsiasi cosa per salvarlo, ma credo che ci sia un limite per tutto. Anche per la scienza. Il punto centrale del libro è: vale la pena salvare una persona, in tutti i modi possibili, inimmaginabili (e, perchè no, disgustosi) sperando che possa tornare come prima? Senza nemmeno pensare se quella determinata persona sia d'accordo oppure no?! Io penso che ogni cosa, come la morte, debba fare il suo corso naturale. Qualunque sia la sua causa. Nonostante sia ingiusto, doloroso... E' giusto cercare di fare il possibile ma, ripeto, ANCHE la scienza ha i suoi limiti e i risultati che porta, i modi che utilizza per progredire possono anche essere sbagliati, non accettati. Qui si pone un problema importante: tornare a vivere sì... ma in modo artificiale. E per cosa poi?
Davvero, c'è molto su cui riflettere ma io non riesco ad esprimere meglio questi concetti perchè sono delicati.

Leggete il libro, che consiglio vivamente, e forse capirete la sensazione di orrore che ho avuto per quasi tutta la lettura.

Comunque, a parte le mie riflessioni, direi che sarebbe stato meglio approfondire la trama e i personaggi e un pò d'azione non sarebbe guastata... ma pazienza. Lo stile lento, il ritmo serrato e i monologhi di Jenna credo siano il punto di forza di questo libro quindi va bene così.

 

"Non è di questo che è fatta la vita? Schegge. Ritagli. Attimi. 
Valgo meno perché ne ho pochi o il fatto che siano pochi li rende più importanti? 
Sono completa quanto gli altri? Lo sono abbastanza?"