★Luisa★

  • Quindi la sconfitta ti dà solo un motivo in più per continuare, eh?

This is just a story of a broken soul.

Half Bad - Sally Green

Appena iniziata la lettura, stavo trovando il libro troppo confusionario e già mi ero pentita di averlo cominciato... ma poi ho continuato e praticamente non sono più riuscita a fermarmi. Anzi, ho intenzionalmente diluito Half Bad in due giorni per godermelo meglio!

L'originalità di questo libro fa riferimento prima di tutto al miscuglio di young adult e fantasy (e forse una sfumatura distopica?) e poi allo stile intrigante che ti fa divorare le pagine, non sempre lineare perchè segue i pensieri del protagonista, ma comunque abbastanza scorrevole. Inoltre il tutto è ambientato in un'Inghilterra contemporanea, caratterizzata naturalmente dalla presenza della tecnologia e questa è una cosa insolita. E per tali particolarità la prima cosa che ho pensato di questo libro è stata:"è troppo strano" e non in senso propriamente positivo. A lungo andare però mi ha davvero coinvolto e, per l'ennesima volta, mi sono innamorata del protagonista: Nathan è un Mezzo Codice, un'anima spezzata in 2 tra Bianco e Nero in cui a volte prevale una parte, a volte l'altra. Si direbbe che ha un corpo da Incanto Nero e uno spirito da Incanto Bianco. E' un ragazzo impulsivo, arrabbiato, combattivo ma in lui traspare anche tristezza, impotenza e solitudine... e ha i suoi motivi visto che è sempre stato disprezzato, insultato, torturato! Ho letto di altre vessazioni, ma la sua mi ha veramente sconvolto... c'è troppa cattiveria gratuita! Comunque è uno personaggio ben caratterizzato e da subito ci si immedesima in lui. L'ho proprio ammirato per la sua bontà e forza d'animo.

Così Half Bad si becca 5 stelline per Nathan e il fatto che l'ho divorato ma... sì, c'è un ma. Fondamentalmente i difetti (o meglio elementi da sviluppare) del libro si possono sintetizzare in:

- poca presenza di magia, nonostante si parli di persone dotate di poteri magici

- poco approfondimento del Consiglio e delle origini della guerra tra Incanti Bianchi e Neri

- poco approfondimento della storia tra Nathan e Annalise (anche se io tifo per Gabriel xD)

Beh, non si poteva mica dir tutto in un solo volume, questo è più introduttivo e introspettivo quindi il voto pieno è anche un incoraggiamento a sviluppare meglio tali elementi. E poi come esordio direi che è veramente bello per cui... Sally, non mi deludere perchè i presupposti per una trilogia coi fiocchi ci sono tutti! Non assomiglia per niente a nessuna storia del genere che io abbia letto finora, dunque Half Bad si distingue eccome, dalla massa!

Infine direi che non si tratta solo di una storia inventata, nel senso che è caratterizzata da 2 temi attuali e importanti: ricerca della propria IDENTITA' e PREGIUDIZIO.

PS. che teneri Arran e Gabriel *__*

 

“Non c’è nulla di buono o di cattivo, al mondo, che il pensarlo in un certo modo non lo renda subito tale.”

Amleto, William Shakespeare

 

“Il modo migliore di scoprire se puoi fidarti di qualcuno è fidarti di lui.”

Ernest Hemingway.