★Luisa★

  • Quindi la sconfitta ti dà solo un motivo in più per continuare, eh?

DELIRIUM

Ritorno a Pompei - Amélie Nothomb, Biancamaria Bruno

Cara Amèlie, tu mi piaci. Sei geniale, cinica, maestra dei dialoghi e, seppur i finali della maggior parte dei tuoi libri mi abbiano lasciato sbigottita, l'ho sempre apprezzati. Ma Ritorno a Pompei cos'è? Delirio, delirio e solo delirio, qualcosa che non ha senso dall'inizio alla fine. Un dialogo che mi è sembrato lungo 300 pagine di cui alla fine non c'ho capito una mazza, perchè non lo devo ammettere?! Mah, non vedevo l'ora di finirlo e, quindi, di liberarmene. Non nego che certe battute sarcastiche mi abbiano fatto sorridere e che ci siano passaggi interessanti sulla vita, la guerra, la povertà, la bellezza, l'intelligenza, l'ignoranza... ma stavolta non basta per meritare un voto più alto di una stellina. 
Detto ciò, ti preferisco decisamente nei racconti autobiografici (Metafisica dei tubi, Sabotaggio d'amore, Stupore e tremori, Biografia della fame, Nè di Eva nè di Adamo e Una forma di vita) perchè hai un modo di raccontare della tua vita davvero inimitabile... però non ho ancora finito con te: devo leggere Igiene dell'assassino e Le catilinarie sperando che siano più decenti di Ritorno a Pompei. Comunque i migliori in assoluto ormai l'ho già letti e sono i sopracitati.