★Luisa★

  • Quindi la sconfitta ti dà solo un motivo in più per continuare, eh?

Sa cosa significa essere giudicati per un'etichetta, invece che per come sei.

Half Wild - Sally Green

A distanza di oltre un anno, sono finalmente riuscita a leggere Half wild che aspettavo con trepidazione. Half bad l'avevo divorato, mi aveva davvero preso e si era beccato ben 5 stelle.
Ora, purtroppo mi duole dire che con questo secondo volume l'interesse è un pò scemato... non so se perchè è passato tanto tempo (e io volevo il seguito SUBITO) o altro, so solo che non mi ha entusiasmato come il primo volume.
E sostanzialmente devo dire che quei famosi difetti o, meglio, elementi da sviluppare di cui parlo nella precedente recensione non sono stati sviluppati. Continuano a non esserci approfondimenti sull'origine della guerra tra Incanti Bianchi e Neri e sul Consiglio, c'è sempre poca magia e la situazione (fortunatamente XD) non migliora tra Nathan e Annalise. Cioè in un primo momento sì, ma poi...
Non voglio spoilerare, dico solo che il libro mi è piaciuto, anche se la trama possa sembrare banale e scontata. Di fatto non c'è molta originalità però ha un nonsoche che mi attira... Non so spiegarlo. Sarà lo stile accattivante e intrigante, sarà il protagonista, sarà l'atmosfera dei meravigliosi paesaggi descritti, sarà che la Green mi regala qualche bella scena tra Nathan e Gabby *__* o tutte queste cose insieme e altro ancora. Non lo so. Fatto sta che l'ho trovato piacevole, l'ho sempre divorato e (seppur un pò di meno di prima) rimango curiosa di proseguire la trilogia, sperando che mi sorprenda e soprattutto che non dovrò aspettare secoli per Half lost.
E comunque ho deciso di prendere questa storia per un altro verso. Quello che intendo dire è che, a parte la trama debole, questo libro è molto di più secondo me. Va a toccare tematiche importanti e attuali quali identità, pregiudizi, etichette, bullismo, istinto e razionalità. Mi rendo conto che ci sono libri di gran lunga migliori che trattano questi argomenti ma mi piace il tentativo di Sally di essere profonda, di dare un senso e un significato alla sua storia al di là della semplice trama. Io penso che sia questa la differenza principale, in particolare quando si tratta di young adult, urban fantasy & Co (la maggior parte dei quali insulsi e piatti) che ormai spopolano. Quella di avere un significato, di insegnarti qualcosa di importante. E la storia della Green ci riesce a parer mio. Poi oh, non vi è mai capitato di essere di parte?